Nuove certificazioni Microsoft

Microsoft ha recentemente annunciato un nuovo percorso formativo, per quanto riguarda le proprie certificazioni, specificatamente designato per il cloud.
Per l’occasione, ha anche deciso di far rivivere alcuni vecchi acronimi (MCSA, MCSD  ed  MCSE) cambiandogli leggermente di significato, ma precisando che non si tratta di aver rinominato i percorsi di certificazione esistenti, ma piuttosto di averne “reinventati” (il RE si deve, evidentemente, al riutilizzo dei vecchi acronimi) di nuovi, in accordo con le nuove esigenze del mercato.
Se in questo momento il cloud non è propriamente una stringente esigenza del mercato, appare piuttosto evidente che è una esigenza che Microsoft (e non solo) si aspetta per il prossimo futuro: in quest’ottica, gli IT Pro dovrebbero probabilmente essere pronti ad affrontare delle nuove sfide.
Vediamo di che si tratta.

Innanzitutto si tratta di un nuovo, piramidale, percorso di certificazione, dove il primo livello è il cosiddetto MCSA (Microsoft Certified Solutions Associate), al secondo livello stanno le due diverse specializzazioni per sistemisti (MCSE, Microsoft Certified Solutions Expert) e sviluppatori (MCSD, Microsoft Certified Solutions Developer) e al terzo e ultimo livello il nuovo MCSM (Microsoft Certified Solutions Master).
Questo nuovo percorso non sostituisce quello precedente (MCTS, MCPD, MCITP, MCM), ma lo affianca, volendo in qualche modo offrire un percorso di specializzazione (e certificazione) specificatamente orientato al supporto delle soluzioni cloud.
Non possiamo non accorgerci di come i nuovi prodotti in arrivo (SQL Server 2012 e Windows 8, per citarne due) offrano diverse nuove caratteristiche pensate proprio per il cloud, ed appare abbastanza evidente che a sostegno della crescita del mercato in questo settore ci dovrà essere una crescita parallela degli skill in mano ai professionisti.
Ovvia conseguenza la necessità di certificare queste competenze.
In questo momento esistono due diversi campi di certificazione, il Private Cloud e SQL 2012, che andiamo a scoprire brevemente nel dettaglio.

Private Cloud
Il primo livello, MCSA: Windows Server 2008 richiede il superamento di tre esami: il 70-640 (Active Directory), il 70-642 (Network Infrastructure) e il 70-646 (System Administrator). Questi tre esami sono necessari anche per la certificazione MCITP System Administrator su Windows 2008, di conseguenza, chi è in possesso di questa certificazione dovrebbe trovarsi in possesso anche della nuova MCSA.
Il condizionale è dovuto al fatto che chi scrive, appunto, dovrebbe trovarsi in questa situazione sebbene ancora nessuna comunicazione sia stata ricevuta da Microsoft al riguardo. Va anche detto che gli esami MCSA verranno resi disponibili a partire dall’ 11 giugno e pertanto lo stesso percorso di certificazione è da intendersi ancora in divenire.
I corsi MOC legati ai tre esami menzionati sono nell’ordine il 6425, il 6421 e il 6433.

Il secondo livello, MCSE (Solutions Expert) richiede oltre all’ovvio primo livello il superamento degli esami 70-247 (Configuring and Deploying a Private Cloud with System Center 2012) e 70-246 (Monitoring and Operating a Private Cloud with System Center 2012).
Sino al 31 gennaio 2013 sarà possibile superare l’esame 70-659 (Windows Server 2008 R”, Server Virtualization) al posto del 70-247. O se lo si è già superato usare questo esame al posto del 70-247).
Ulteriori informazioni sul sito di Microsoft, qui.

SQL Server 2012
Il primo livello, MCSA: SQL Server richiede il superamento di tre esami: il 70-461 (Querying Microsoft SQL Server 2012), il 70-462 (Administering a Microsoft SQL Server 2012 Database) e 70-463 (Implementing Data Warehouses with Microsoft SQL Server 2012).
Per chi fosse già in possesso della certificazione MCTS su SQL Server 2008 sono a disposizione invece i due esami 70-457 e 70-458 (Transition your MCTS on SQL Server 2008 to MCSA: SQL Server 2012 – Part 1 e 2) (link di dettaglio al momento non disponibili, NdR).
Il secondo livello, MCSE si divide in due diversi percorsi, il Data Platform e il Business Intelligence.
Il Data Platform, una volta passato il primo step (MC Solutions Associate), è raggiungibile mediante il superamento degli esami  70-464 (Developing Microsoft SQL Server 2012 Databases) e 70-465 (Designing Database Solutions for SQL Server 2012). Chi ha già una certificazione MCITP su SQL Server 2008, invece, può arrivarci mediante gli esami 70-457 e  70-458 visti prima (Transition your MCTS on SQL Server 2008 to MCSA: SQL Server 2012 – Part 1 e 2) più l’esame 70-459 (Transition your MCITP Database Administrator 2008 or MCITP Database Developer 2008 to MCSE Data Platform) (link di dettaglio al momento non disponibili, NdR). Il percorso MCSE Business Intelligence invece richiede il superamento degli esami  70-466 (Implementing Data Models and Records with Microsoft SQL Server 2012) e 70-467 (Designing Business Intelligence Solutions with Microsoft SQL Server 2012).
Chi ha già una certificazione MCITP Business Intelligence su SQL Server 2008, invece, può arrivarci mediante gli esami 70-457 e  70-458 visti prima (Transition your MCTS on SQL Server 2008 to MCSA: SQL Server 2012 – Part 1 e 2) più l’esame 70-460 (Transition your MCITP Business Intelligence Developer 2008 to MCSE Business Intelligence) (link di dettaglio al momento non disponibili, NdR). Tutti gli esami relativi ai percorsi di primo livello (MCSA, Solutions Associate) dovrebbero essere resi disponibili a partire dal giugno 2012, mentre quelli relativi ai percorsi di secondo livello (MCSE, Solutions Expert) dovrebbero essere resi disponibili a partire da agosto 2012. Molto probabilmente ci saranno delle offerte da parte di Microsoft e da parte di VUE.

Anche da parte di Digibahn, chiaramente, per cui vi terremo informati.  
Sebastiano Della Puppa

 

Sostieni i nostri articoli

 

Sebastiano Della Puppa

Autore

Sebastiano Della Puppa ha 49 anni, da quasi 30 si occupa di formazione, e da 20 anni si è specializzato in informatica. Nel 1999 si certifica Microsoft Certified System Engineer su Windows NT4 e inizia una lunga e solida collaborazione con una delle principali realtà italiane della formazione professionale. Acquisce presto lo status di Microsoft Certified Trainer, competenza che aggiorna negli anni svolgendo con costanza e professionalità docenze e consulenze su tutte le tecnologie legate ai sistemi operativi Microsoft e alla piattaforma SQL Server. Oggi è trainer certificato per diversi centri di formazione Microsoft e collabora come articolista e traduttore per diverse testate specializzate; con Apogeo e IALWeb pubblica diversi libri.

Leave a Reply