Hyper-V: impostare una VM Linux Ubuntu o Mint a schermo intero.

Per molti Hyper-V, anche perché gratuita, rimane la piattaforma migliore da utilizzare per effettuare test e laboratori. 
Sarebbe però inutile negare che VM-Ware Workstation permette una gestione più semplificata delle VM Linux.
Ad esempio VMWare Workstation gestisce automaticamente la risoluzione video della VM quando la si porta in modalità schermo intero. 
Poco male, no? Basteranno pochi click per impostare lo schermo della VM Linux alla risoluzione desiderata!
In realtà, aprendo la finestra di configurazione del display, scopriamo che nella lista delle risoluzioni disponibili è presente solo quella che stiamo utilizzando. Come fare? Varie sono le possibili soluzioni. Noi ci limitiamo a presentarvi quella che riteniamo la più veloce da applicare.

Nello specifico è necessario modificare un file di configurazione.
Chiaramente questo deve essere fatto in modalità amministrativa.
Abbiamo quindi bisogno di lanciare un editor di testo come root ovvero come amministratore di sistema.
Forse perché poco pratico di sistemi UnixLike non amo particolarmente l’editor VI e prediligo, al suo posto, Nano.
Qualsiasi sia l’editor da voi utilizzato aprite il file di configurazione in modalità root con questo comando:

sudo nano /etc/default/grub

Ricercate nel file la riga GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT.
Se non presente aggiungete il testo “video=hyperv_fb:” seguito dalla risoluzione che intendete applicare.
Questo un esempio per la risoluzione 1280*720:
GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT=”quiet splash video=hyperv_fb:1280×720″

Chiaramente dopo la modifica è necessario salvare il file di configurazione.
Nel caso abbiate utilizzato nano la combinazione di tasti necessaria ad operare il salvataggio è CTRL+O.
Ogni editor ha una differente procedura.

E’ poi necessario richiedere a Linux di ricaricare il file di configurazione con il comando

sudo update-grub

Il sistema deve comunque essere riavviato perché le modifiche applicate abbiano effetto.

Buon lavoro!

 

 

Paolo Pedroni

Autore

Paolo Pedroni 42 anni, da 20 lavora nel settore IT. Dal 1995 si occupa di formazione e consulenza informatica, prima come libero professionista e poi come dipendente di una società italiana del settore. La sua gavetta la passa svolgendo docenza su tematiche di Office Automation, Desktop e Web Publishing ma inizia presto ad occuparsi anche di progettazione e coordinamento delle attività didattiche. Nel 1999 inizia a specializzarsi in ambito Citrix e Microsoft Server e più in particolare in tematiche di virtualizzazione applicativa e di sistema (oggi alla base del paradigma noto come Cloud). Nel 2006 decide di abbandonare l’attività consulenziale per seguire le problematiche informatiche legate allo sviluppo in Italia di un importante gruppo finanziario statunitense. Dal 2010 è tornato a seguire diversi clienti come consulente IT e Microsoft Certified Trainer.